* Questi prodotti sono disponibili esclusivamente attraverso il team Griesser e i nostri partner specializzati Expert (persiane solo da parte dei nostri partner specializzati Expert).
I partner specializzati Expert ricevono una formazione specifica sui prodotti e vi danno la sicurezza che il montaggio venga eseguito a regola d'arte.

Notizie

65 unità di case popolari parigine di alta moda

Lasciatevi ispirare da questo edificio, che si distingue per la sua elegante facciata con onde sporgenti.

Nel 13° arrondissement di Parigi, un edificio spicca con la sua elegante facciata blu con onde sporgenti. La cura di ogni dettaglio, fino all'integrazione della protezione solare, esalta la sua estetica. Abbiamo incontrato uno dei suoi architetti, Julien Abinal dell'agenzia Abinal & Ropars di Parigi.



Griesser: Può descrivere l'edificio che A&R ha progettato sul Boulevard Vincent Auriol?

Julien Abinal: Nel cuore di un blocco urbano denso, questo edificio è un po' insolito. Questo blocco spesso e irregolare unifica le facciate con orientamenti, usi e caratteri distinti, mentre affronta il problema classico di un boulevard parigino con la sua situazione d'angolo. Quelli che si affacciano su due lati sui nuovi edifici vicini hanno dato luogo a logge lineari, fioriere continue, con alcune cassette per uccelli. Un sistema di scale apre alcuni giorni dell'anno, al pubblico agli edifici adiacenti, pur continuando a scolpire questo blocco. La facciata su Boulevard Auriol e Rue Jenner è una grande struttura plissettata che alterna fioriere rientranti quando la facciata è incassata e bow windows per gli angoli in uscita. Ogni appartamento è diverso. Volevamo offrire piacevoli estensioni esterne ai residenti dell'edificio, sapendo che hanno anche accesso a una terrazza comune sul tetto di 500 m2 con un orto condiviso.

G: Quali erano i requisiti ambientali?

J. A.: Questo edificio è stato progettato nel 2016. Quindi eravamo già coinvolti in un piano per il clima e la biodiversità, NF Habitat HQE, e l'etichetta Effinergie + biosourced. L'isolamento termico e acustico, importante a causa della vicinanza della metropolitana e del viale, è stato curato con attenzione. Questo edificio è stato dotato di un sistema di recupero energetico per le acque grigie. È stato fatto un lavoro considerevole sulla vegetazione orizzontale e verticale. Il giardino pensile contribuisce all'uso del legno per la terrazza e le fioriere. Abbiamo anche installato un sistema di ventilazione inversa: l'aria viziata viene aspirata verso il basso con estrattori nel seminterrato. Questo trattamento ha un interesse in termini di qualità d'uso, liberando questo spazio da elementi tecnici. Oltre alle scale e ai vani dell'ascensore, questa terrazza sul tetto comprende anche delle stanze dove i giardinieri possono riporre i loro attrezzi. Il padrone di casa ha incaricato un'associazione è stata incaricata per aiutare gli utenti a prendere possesso del tetto.

G: Quali erano le priorità tecniche per questo edificio?

J. A.: Sulla facciata, abbiamo lavorato su un rivestimento minerale. Anche se la sua geometria è relativamente intelligente, l'edificio è stato eretto utilizzando la struttura tradizionale, anche se con alcuni blocchi angolari specifici. È isolata dall'esterno, ricoperta di lana di roccia con un'intercapedine di 2 cm. La facciata utilizza poi tutto un vocabolario di modanature minerali, creando un dialogo tra prodotti distinti. I pennacchi sono fatti di cemento prefabbricato, colorato, sabbiato e opaco. Pannelli leggeri formano gli architravi e i montanti che sono stati intonacati sul posto. Questi ultimi hanno una differenza di circa 3 cm nel nudo, per spezzare il rivestimento. Così, nonostante la massa dell'edificio, si esprime una certa leggerezza. Infine, abbiamo usato dei regoli verticali che sono profili di alluminio anodizzato a forma di T, abbinati al colore champagne della falegnameria acustica mista alluminio-legno. Li abbiamo fatti filare appositamente per il progetto al fine di affrontare la questione della giunzione tra i pannelli. Anche hanno un impatto estetico molto discreto, è comunque nascosto perché è appena visibile dietro la stanza, che è in primo piano.

G: La baia è stata anche oggetto di una cura particolare nella sua esecuzione?

J. A.: Le tende a cerniera forniscono protezione solare e comfort. Sono di un colore caldo in armonia con la falegnameria e le regole dell'alluminio. Le loro guide erano posizionate proprio dietro il gesso. In una nicchia, la scatola cieca è invisibile, nascosta dall'architrave in gesso. Nasconde anche le prese d'aria acustiche nella parete che attraversa sopra le finestre. Dal punto di vista estetico, abbiamo lavorato su molti dettagli: la barra di carico è in alluminio anodizzato, le guide a filo sono verniciate a polvere con una lacca grigia opaca, per farla sfumare e per avvicinarla all'intonaco, la lamiera del pre-telaio dove si fissa la tenda è laccata allo stesso modo, così come i corrimano.

G: Avete scelto la tenda Solozip II Intro con guida integrata di Griesser. Perché hai scelto questa tenda?

J. A.: Volevamo davvero installarlo a filo della finestra. Con questo nuovo modello, la guida può essere rimossa non dalla parte anteriore ma da quella laterale. L'argomento è stato semplificato da queste tende invertite che permettono al pre-telaio di passare tra la falegnameria e la guida per posizionare i corrimano. Inoltre, non ci sono viti nella parte inferiore della piastra di copertura. Griesser ha sviluppato un sistema a clip per questo progetto. Sia il team di vendita che il dipartimento di pianificazione sono stati molto ricettivi alla nostra richiesta.

G: Perché avete scelto le tende da sole zip invece delle tapparelle?

J. A.: Per quanto riguarda la facciata, la tapparella è ancora piuttosto difficile da esprimere. E non è sempre facile nascondere le guide. La tenda di tela ammorbidisce l'architettura. Su questo edificio, è andato bene con il lavoro di pannellatura leggera che stavamo cercando.

G: Come hai venduto questo servizio al cliente?

J. A.: In primo luogo, le tende da sole zip hanno un'eccellente valutazione del vento. In secondo luogo, abbiamo optato per i tessuti di Mermet, che sono anche molto resistenti. L'ordito e la trama non sono dello stesso colore, dando un aspetto qualitativamente screziato se visto da vicino. Nelle camere da letto, raddoppiando la tenda con una parte opaca che non può essere vista dall'esterno, il tessuto fornisce anche una funzione di oscuramento.

G: In che modo questo edificio è piacevole da vivere?

J. A.: Anche se questo progetto ha una certa densità, siamo riusciti a trovare uno spazio di respiro e a fornire un certo livello di comfort. Gli appartamenti sono luminosi grazie alla generosa illuminazione delle finestre in tutte le stanze: camere da letto, soggiorno, cucina e talvolta bagni. Abbiamo anche aggiunto 12 cm all'altezza standard del soffitto per aumentare la sensazione di spazio. Il comfort fornito dalla protezione solare è ben integrato, e si possono chiudere le finestre e non sentire più la ferrovia sopraelevata. Oltre alla terrazza sul tetto condivisa, le aree comuni offrono cantine o magazzini al piano, che forniscono agli occupanti uno stoccaggio aggiuntivo.

G: E come caratterizza il marchio A&R?

J. A.: Con tutti i saloni d'angolo, le piante degli appartamenti sono di alta qualità. Dato che la facciata è abbastanza sofisticata, ho voluto seguire io stesso il cantiere, con un lavoro sia sulla scrittura che sulla qualità della realizzazione, che si sono distinti: nel 2020 abbiamo vinto il premio Architectures, assegnato dalla rivista d'A. A volte, quando sei un architetto per strada, vieni rimproverato. Sono stato davanti a questo edificio e mi hanno fatto i complimenti. È stata la prima volta che abbiamo lavorato con questo cliente che sostiene attivamente l'architettura. L'interesse per noi architetti nel collaborare con questo tipo di locatore storico è che ha un rapporto a lungo termine con l'edificio. E hanno spinto il lato generoso di questo progetto all'immagine del giardino pensile condiviso che offre un vero cambiamento di scena quando si scopre la vista che offre dal nono piano, per non parlare del suo uso nella città al momento attuale.

Informazioni sul progetto

Progetto: costruzione di 65 unità di edilizia sociale (PLI), locali commerciali e un giardino pensile condiviso.
Indirizzo: 90, boulevard Vincent Auriol, (Parigi XIIIe arrondissement).
Consegna: 2020
Proprietario: Paris-Habitat OPH
Direzione del progetto: Abinal & Ropars (Parigi Xe arrondissement), Édouard Ropars e Julien Abinal, architetti.
Superficie: 5.114 m2

Informazioni sulle immagini

Immagini 1:
Al 65 di boulevard Vincent Auriol, l'edificio firmato A&R comprende 65 unità abitative familiari sociali, uno spazio associativo, tre locali commerciali e un orto condiviso sul tetto.

Immagini 2:
Alternando una finestra rientrante e un bow window in uscita, ogni appartamento sulla strada gode di uno spazio esterno piantumato e di una facciata sfalsata rispetto alla metropolitana aerea.

Immagini 3:
La presa d'aria acustica posta in alto sopra la finestra è invisibile dall'esterno, camuffata dalla tenda a cerniera.

Immagini 4:
Le tende a cerniera (Solozip II Intro di Griesser) proteggono dal sole. Le guide a filo sono state laccate grigio opaco, la barra di carico anodizzata in oro 171, è stata girata per nascondere le viti. Griesser ha anche sostituito le viti nella parte inferiore del coperchio con un sistema a clip per un look pulito.

Immagini